Ordini a domicilio senza paura. Via smartphone, in pochi step

Ordini a domicilio senza paura. Via smartphone, in pochi step
8
Apr

VORREI ATTIVARE IL DOMICILIO per la mia attività

 

In queste settimane tutto è cambiato improvvisamente. Sono cambiati i nostri ritmi, le nostre abitudini, le nostre priorità.
Il nostro comportamento stesso ha subito un mutamento, così come quello di chi ci circonda.
Tutti i giorni ci viene ribadita l’importanza di rimanere a casa, di evitare gli spostamenti, il più possibile.
Per questo molte persone, da sempre abituate ad andare a fare la spesa, hanno iniziato a valutare la possibilità della consegna a domicilio, cambiando in qualche modo il proprio approccio per salvaguardare la propria salute e quella degli altri.

Il picco improvviso degli ordini di spesa a domicilio

Ormai da qualche settimana la spesa online è sulla bocca di tutti, anche di chi precedentemente non ne aveva mai usufruito. E ciò ha generato un boom di ordini online, che ha mandato in tilt numerosi siti e App di ecommerce di grosse catene di supermercati. Prenotare la spesa a domicilio è ormai una chimera. Infatti è impossibile trovare un giorno e un orario di consegna liberi, persino aspettando la mezzanotte per accaparrarsi le nuove slot libere inserite. E se si fosse così fortunati da ottenerne una, i tempi di attesa sarebbero comunque piuttosto lunghi: dai sette giorni in su.

Oltre a questo, anche la limitazione agli spostamenti fuori dal proprio Comune, quindi anche per gli acquisti di generi di prima necessità, ha portato numerose persone a rivolgersi ai mini market, al piccolo supermercato sotto casa, al fruttivendolo di quartiere e al panificio di fiducia per i propri acquisti più urgenti e non.

Le soluzioni dei piccoli esercenti alla nuova richiesta di consegna a domicilio

Anche gli esercenti più piccoli hanno dovuto far fronte a questa nuova e crescente esigenza e hanno dovuto organizzarsi per soddisfare le mutate necessità della propria clientela.

Ma sono riusciti davvero tutti a gestire al meglio il nuovo iter legato agli ordini di spesa da recapitare a casa?

Molti piccoli commercianti si sono limitati ad accettare richieste di ordini via telefono, come magari facevano già in parte —con volumi nettamente inferiori— già prima dell’emergenza sanitaria. Una maggiore richiesta, però, ha comportato certamente il fatto di avere più chiamate, quindi di avere almeno una persona impegnata nella loro ricezione e, di conseguenza, una persona in meno attiva in negozio, nelle sue mansioni abituali.

Segnare una spesa comunicata telefonicamente porta con sè alcuni rischi. L’errore, la dimenticanza e il fraintendimento su un ordine probabilmente anche consistente —dato che si dovrebbe trattare di una spesa almeno settimanale— sono dietro l’angolo. Ed inoltre c’è la possibilità che altri clienti trovino spesso la linea occupata e debbano tentare diverse volte e che alla fine decidano di optare per un altro negozio.

Per questi motivi, altri commercianti, leggermente più tecnologici, hanno optato per la ricezione delle richieste di consegna a domicilio, predisponendo una email o un numero whatsapp dedicati. Una scelta leggermente migliore della precedente, ma che potrebbe creare dei problemi, sia al cliente, che al commerciante.
A meno che non sia stato predisposto anche un listino con prodotti e prezzi, il cliente non si trova a poter scegliere, ma si vedrà costretto ad acquistare tendenzialmente prodotti che consuma abitualmente.
E’ vero che ci troviamo in una contingenza eccezionale e che non è il caso di fare i “difficili”. Però, è anche vero che, magari, non rivolgendoci al solito esercente, non siamo neanche a conoscenza dei prodotti e delle marche disponibili. Ci sono poi persone con allergie o intolleranze che hanno bisogno di prodotti con specifiche caratteristiche e che avrebbero bisogno di conoscere con esattezza anche gli ingredienti del prodotto.

Tutto ciò in un ordine fatto via email o whatsapp non è possibile. Con questa modalità spesso non si è nemmeno a conoscenza dei prezzi applicati, con l’eventualità di incappare in spiacevoli sorprese.

Tutte queste problematiche potrebbero essere ovviate da un sito e-commerce. Chi già lo aveva, probabilmente in questo periodo ne avrà beneficiato.

SmartTouch Menu®: un aiuto per piccoli esercenti alle prese con ordini a domicilio

Ma, quindi, chi ha bisogno di una soluzione veloce, pratica, economica e immediata per sopperire alle nuove esigenze del momento, come dovrebbe fare?

Anche la nostra società SmartTouch Srl si è posta questo interrogativo e ha pensato che SmartTouch Menu potesse essere la risposta completa al problema di tanti piccoli commercianti che sono stati colti impreparati dal picco di ordini a domicilio.
SmartTouch Menu è nata come una app destinata principalmente a ristoranti, bar, hotel e centri balneari, che desideravano velocizzare il momento dell’ordine e ridurre le attese permettendo ai clienti di effettuare loro stessi l’ordinazione, usando il proprio smartphone, in modo semplice e rapido. SmartTouch Menu però prevede già una funzionalità proprio legata alle modalità take away e home delivery.

Abbiamo quindi realizzato che, essendo questa app già utilizzata per la ricezione di ordini a domicilio, sarebbe bastato estenderne l’utilizzo a un’altra tipologia di esercenti, per poter dare il nostro piccolo contributo in questo periodo complicato, ed aiutare tanti negozianti ad organizzarsi al meglio. Infatti, con SmartTouch Menu qualsiasi rivenditore o produttore di generi alimentari (dal piccolo supermercato, al macellaio, alla pasticceria, al gelataio, al servizio catering, al ristorante o pizzeria) può inserire in modo intuitivo e veloce una lista di prodotti in vendita (o un menu), corredati da immagine, prezzo e, se lo si desidera, anche da una lista degli ingredienti (soprattutto per cibi pronti o articoli artigianali).
Un ulteriore vantaggio per l’esercente sta nella possibilità di visualizzare statistiche sull’andamento degli ordini ricevuti e poter così gestire celermente e con efficacia la filiera dei fornitori.
Il cliente, una volta trovato l’esercizio commerciale inserito nell’ App, può effettuare e inoltrare, senza difficoltà, l’ordine online. Se lo si desidera, può essere anche attivata l’opzione di pagamento online via PayPal o carta di credito, riducendo ulteriormente i contatti al momento della consegna, come vivamente consigliato in questo specifico momento.

Siamo convinti che una buona azione prima o poi verrà sempre ricompensata. Per questo motivo abbiamo deciso di mettere a disposizione gratuitamente per tre mesi la nostra piattaforma SmartTouch Menu per la consegna a domicilio, per tutte le attività commerciali che ne faranno richiesta.

Ci teniamo a ricordare che al termine del periodo gratuito il servizio cesserà, senza dover effettuare nessun recesso, e che non ci sarà alcun obbligo al rinnovo. Non verrà attivato automaticamente nessun servizio, se non su vostra esplicita richiesta scritta futura.

Uno dei nostri valori principali è la trasparenza ed oggi desideriamo venirvi incontro, senza crearvi dubbi o sospetti, ma con la certezza di fornirvi uno strumento (senza alcuna spesa per tre mesi) che sarà utile a voi, come esercenti e a tutta la comunità, che ne potrà beneficiare.

Se interessati, compilate il form sotto oppure aderire direttamente all’offerta gratuita cliccando qui.